Per la riapertura di Via Palenco – Comunicato Stampa

Con preghiera a chi lo legge della massima diffusione.

RIAPRITE SUBITO LA SCUOLA DI VIA PALENCO!

È la strana storia della scuola Palombini di Via Palenco, tra Casal de’ Pazzi e Rebibbia, Municipio IV.

Chiude il 2 novembre a seguito del terremoto di fine ottobre. Si adduce l’evidenza di alcuni calcinacci caduti dalle pareti esterne. L’edificio è basso e robusto, basterebbe una adeguata transennatura, si parla di pochi giorni, di qualche spicconatura, di detriti da portar via e di alcune guaine da apporre all’esterno per tamponare vecchie infiltrazioni.

Intanto un centinaio di bambini tra i 4 e i 13 anni, una scuola materna, una scuola elementare e media e una associazione Ong (a cui il municipio da giugno non ha più riconfermato il bando per nido multiculturale) sono fuori, destinate a temporeggiare tra locazioni provvisorie per gli uni, disagevoli o estranee per altri; una sessantina di alunni tra i 6 e i 13 anni sono ospitati caritatevolmente da una parrocchia di via delle cave di Pietralata.

E laggiù restano, laggiù stanno ancor oggi, tra l’indifferenza della burocrazia e delle istituzioni, come se questi bimbi non godano dei diritti costituzionali all’accudimento e all’istruzione.

Un caso, quello della scuola di Via Palenco, che in un qualsiasi paese occidentale avanzato, in una qualsiasi civile città europea, sarebbe stato risolto in due settimane al massimo. Invece, dopo quasi tre mesi, terminati a fatica i normalissimi interventi tecnici richiesti, i bambini sono ancora fuori della loro casa scolastica, e le loro famiglie continuano a vivere nell’incertezza, nell’affannosa ricerca di notizie certe, che non giungono mai, e nell’abbandono sostanziale di chi avrebbe la responsabilità di assicurare garanzie ai loro piccoli cittadini.

È l’assurdo caso della scuola Palombini, di via Palenco.

Per rientrare finalmente nella loro scuola, venerdì prossimo 20 gennaio alle 11:00 maestri, bambini, genitori, associazioni e comitato di quartiere si troveranno al Municipio IV per riconquistare il loro diritto all’educazione scolastica.

grembiuli